Cerca
Close this search box.

Che cos’è la simulazione CFD?

Continua a navigare :

Indice dei contenuti

Le nostre ultime notizie :

I nostri progetti :

Please select listing to show.

Le nostre aree di intervento :

Che cos'è la simulazione CFD?

In questo articolo ci concentreremo sulla comprensione della simulazione CFD in modo generale, dettagliando le diverse fasi comuni ai vari tipi di simulazione (HVAC, idrologia, trasferimento di calore, diffusione dell’inquinamento, sicurezza antincendio…).

Definizione di CFD

Il successo di una simulazione CFD [computationnal fluids dynamics] passa necessariamente attraverso: la comprensione dei problemi del modello; dalla descrizione completa della geometria della struttura; lo sviluppo di una rete adeguata la morfologia della struttura, densificandola nelle zone in cui è probabile che appaiano i gradienti delle quantità desiderate; lo studio rigoroso delle condizioni al contorno e iniziali, tenendo conto dei meccanismi pneumatici o idraulici più influenti. E, infine, una lettura rigorosa e critica da parte di tecnici qualificati dei risultati in funzione del problema studiato.

Perché utilizzare la simulazione CFD?

La CFD, acronimo di Computational Fluid Dynamics (dinamica dei fluidi computazionali), è uno strumento di ingegneria che rientra nell’ambito della cosiddetta ingegneria assistita da computer (CAE). Più precisamente, la CFD si riferisce alla simulazione del flusso dei fluidi, tenendo conto dei fenomeni fisici e chimici coinvolti (come la turbolenza, il trasferimento di calore o le reazioni chimiche).

Un'alternativa ai test in galleria del vento

Test in galleria del vento

I test in galleria del vento sono progettati per riprodurre l’interazione tra vento turbolento e strutture. Per le strutture strutturalmente rigide, icarichi aerodinamici possono essere valutati su modelli rigidi.

I test in galleria del vento sono stati ampiamente utilizzati per applicazioni di ingegneria civile e industriale negli ultimi cinque decenni .

I test in galleria del vento richiedono una configurazione costosa e una strumentazione sofisticata per misurare una gamma di variabili di campo (velocità del vento, carichi di pressione, intensità della turbolenza, ecc.). Il suo principale limite è che tali misure si ottengono solo in alcuni punti specifici della sezione di prova, che limita in modo significativo la comprensione complessiva processi evolutivi o transitori di fenomeni instabili complessi (come ad esempio triturazione a vortice, scie turbolente e stratificazione termica).

Modello di galleria del vento
Simulazione CFD - La Défense

Studio della ventilazione naturale in galleria del vento

Play Video
Studio della galleria del vento Eiffel - Credit @AirDesignLab

CFD: un'evoluzione simile a una cassetta degli attrezzi

CFD offre molti vantaggi rispetto ai test in galleria del vento. Oltre a generare simulazioni in scala reale (piuttosto che modelli in scala ridotta per molte simulazioni fisiche), fornisce anche dati complementari e consente il confronto per un dato vento delle velocità del vento contemporaneamente tra due punti. È possibile effettuare studi idrologici, aeraulici o termici a diverse scale: dalla microelettronica allo studio di edifici e città. I risultati possono essere visualizzati più chiaramente e spiegati a quante più persone possibile.

CFD una gamma molto ampia di applicazioni

Questi metodi possono essere utilizzati per risolvere un’ampia gamma di problemi, che presenteremo di seguito.

Play Video
Play Video

Cosa può portare l'uso della CFD?

Grazie alla simulazione, la progettazione di un processo o di un prodotto migliorabile senza ricorrere alla costruzione di prototipi (costoso in termini di tempo e denaro ); si può evitare di prendere decisioni sbagliate; si ottiene una migliore conoscenza del processo o del prodotto, grazie alla quale è possibileavanzare più rapidamente nel processo di progettazione (scelta delle migliori soluzioni), nonché risolvere i problemi che compaiono in installazioni o processi già operativi.

Pertanto si può porre la struttura di un problema fisico, che può essere studiata in simulazione numerica CFD.

Play Video
Panoramica del modello CFD

Come si organizza un progetto CFD?

Quanto tempo devo pianificare per un progetto CFD?

In generale, un progetto di simulazione fluido comporta uno studio preliminare del processo / fenomeno da analizzare, la creazione di un modello geometrico dettagliatola scelta (e l’implementazione, se necessario) di modelli matematici appropriatil’applicazione di dati operativi come condizioni al contornoil calcolo numerico (che può variare da alcuni minuti a qualche giorno(ad esempio, a seconda della complessità del calcolo) e l’analisi dei risultati.

Pertanto, sebbene negli ultimi anni siano state sviluppate applicazioni per facilitarne l’uso, la corretta esecuzione di un progetto CFD richiede esperienza e un significativo investimento di risorse.

Definizione del problema di studio

Prima di iniziare uno studio di progettazione, dobbiamo farti alcune domande importanti. Queste domande sono fondamentali per determinare la geometria con cui inizieremo l’analisi, su quali parti del vostro progetto ci concentreremo e quali parametri esamineremo una volta completata l’analisi.

Dopo aver risposto a queste domande per migliorare la comprensione dei problemi, il processo di modellazione CFD comune a tutti i tipi di progetto è descritto in dettaglio qui.

Preparazione del modello 3D

Come viene realizzato il modello di studio 3D CFD?

Una simulazione efficace inizia con buone tecniche di modellazione, sia in termini di integrità del modello che di creazione appropriata di diverse regioni di flusso del fluido e di ottimizzazione delle maglie. Il primo passo consiste nel progettare un modello per l’analisi del flusso del fluido. Ciò significa modellare la geometria in cui si verifica il flusso e ottimizzare il modello per la simulazione.

Ottimizza il modello per la simulazione

Preparare il modello CFD 3D per l'ottimizzazione della mesh

Per studiare il movimento dei fluidi in un progetto, è necessario disporre di un modello della regione di flusso. Lamaggior parte dei modelli 3D non li include per impostazione predefinita, quindi si tratta di crearli con un software che completi il modello 3D originale. D’altra parte, si tratta anche di preparare il modello per l’ottimizzazione delle maglie nelle aree a rischio. Pertanto, aggiungiamo parti 3D, invisibili nei rendering e negli studi CFD, che saranno utilizzate per affinare con precisione la mesh nelle aree di flusso da catturare nello studio CFD.

Che cos'è la rete? (e perché è importante?)

La generazione della mesh (3D) è una fase importante in un’analisi CFD, data la sua influenza sulla soluzione calcolata. Una mesh di ottima qualità è essenziale per ottenere un risultato di calcolo preciso, robusto e significativo.

Calcoli agli elementi finiti

Prima di eseguire una simulazione CFD, la geometria viene suddivisa in piccoli pezzi chiamati elementi. L’angolo di ogni elemento è un nodo. Il calcolo viene eseguito sui nodi. Questi elementi e nodi costituiscono la mesh.

Nei modelli tridimensionali, la maggior parte degli elementi sono tetraedri: un elemento a quattro lati con una faccia triangolare. Nei modelli bidimensionali, la maggior parte degli elementi sono triangoli.

Illustrazione degli elementi

Struttura a rete

Si distingue tra maglia strutturata e non strutturata, ortogonale o libera. In una mesh strutturata 3D, il calcolo viene eseguito più rapidamente poiché non richiede l’assemblaggio di una matrice di connessione. In una mesh non strutturata, questo non è il caso. Il vantaggio di quest’ultimo è che consente di meshare qualsiasi geometria. D’altra parte, la creazione e l’impostazione in memoria della matrice può rallentare fortemente il calcolo. Questo tipo di mesh viene utilizzato per geometrie complesse con curve o un numero elevato di elementi.

I volumi solidi richiedono pochi elementi , a differenza dei volumi fluidi che richiedono un preciso affinamento perché non possono allontanarsi da una geometria parallelepipeda; infatti per gli angoli degli elementi molto deformati si corre il rischio che il calcolo non possa convergere.

Esempio di maglia di studio in città
Maillage CFD d'une grande usine - illustration du raffinement de maillage pour les gros modèles CFD
Esempio di maglia di studio in città
Play Video
Visualizzazione dell'impatto della mesh sulla risoluzione dello studio CFD

Densità della maglia

Per quanto riguarda la densità della mesh, è necessario trovare un compromesso tra il costo del tempo di calcolo e la precisione desiderata. È inutile densificare la mesh, di conseguenza aumentare il numero di iterazioni, se la precisione è sufficiente con un numero limitato di elementi.

Principio di adattamento delle maglie

La qualità della mesh ha un grave impatto sulla convergenza , sulla precisione della soluzione e soprattutto sui tempi di calcolo. Una buona qualità della mesh si basa sulla minimizzazione degli elementi che presentano “distorsioni” e su una buona “risoluzione” nelle regioni che presentano un forte gradiente (gap, strati limite, ricircolo, ecc.).

La mesh è adattata per essere il più fine possibile nelle aree di studio critiche. In questo modo è possibile tenere conto dei fenomeni macroscopici (volumetria dell’edificio) che incanalano i tubi di corrente per effetto venturi e allo stesso tempocatturare correttamente i fenomeni aeraulici su scala minore (diffusione dell’aria).

Come vengono definite le condizioni al contorno della CFD?

Condizioni iniziali

Le condizioni iniziali rappresentano le caratteristiche del flusso in termini di velocità e posizione della superficie libera all’inizio della simulazione. Se il calcolo inizia con valori casuali, la simulazione potrebbe divergere rapidamente. Per non discostarsi troppo dai risultati realistici e per ottimizzare i tempi di calcolo, le condizioni iniziali vengono studiate e scelte prima dello studio CFD.

Condizioni al contorno

Lo studio delle condizioni al contorno è determinante in una modellizzazione, si possono riassumere le condizioni al contorno come ipotesi della simulazione. Questa è la fase più critica per il successo dello studio e la definizione delle condizioni al contorno specifiche del progetto deve essere studiata in dettaglio all’inizio dell’incarico.

Metodo di risoluzione

Selezione del modello di turbolenza

La nozione di modello di turbolenza è particolare nella meccanica dei fluidi. Consente di catalogare le varie strutture che coesistono in un flusso e di attribuire loro una certa importanza all’interno del flusso.

Studi comparativi di modelli di turbolenza condotti da Combes[2000] hanno permesso di designare il modello con due equazioni di trasporto k-ε come il modello più adatto ai flussi generalisti. È uno dei modelli più utilizzati, più efficienti, più semplici e più ampiamente convalidati. k rappresenta l’energia cinetica turbolenta e ε la velocità di dissipazione dell’energia cinetica turbolenta. Logicamente lo useremo per la maggior parte delle simulazioni di fluidi in termoaeraulica e idrologia, ma possiamo selezionare altri modelli di turbolenza per simulazioni particolari.

Metodo di calcolo

La soluzione numerica è condotta attraverso la linearizzazione e la discretizzazione dell’insieme di equazioni di conservazione, che richiede la suddivisione del dominio di calcolo in una serie di volumi finiti non contigui (mesh). La risoluzione dello studio consiste nella risoluzione del sistema di equazioni non lineari di Navier-Stokes su server informatici dedicati al CFD.

Illustrazione di un diagramma di convergenza

Visualizzazione dei risultati

Riassunti grafici

Il flusso di un fluido in un volume è solitamente complesso e comporta molti ricircoli a bassa velocità, il che rende difficile la visualizzazione su un piano. Riportiamo i fenomeni più eclatanti con piani/sezioni di situazioni e spiegazioni molto complete.

Disponiamo di un’ampia gamma di rappresentazioni (tubo di corrente, campi vettoriali, isosuperficie, ecc.) che ci consentono di trascrivere al meglio i fenomeni aeraulici individuati nella relazione tecnica.

L’interpretazione dei risultati richiede la padronanza del software di analisi CFD, ma soprattutto competenze di fisica e conoscenza del prodotto analizzato per spiegare con precisione i vari fenomeni.

Riassunti grafici

Secondo il nostro feedback, per gli elementi più sorprendenti, vengono prodotti video che mostrano le diverse viste del modello CFD in modo dinamico. Il brief tecnico che può fare riferimento a questi video per facilitarne la lettura. Certi fenomeni, infatti, si rivelano di difficile comprensione sul piano.

Play Video

Visualizzazione dei risultati

Vantaggi della simulazione CFD

Svantaggi della simulazione CFD

Questi problemi sono chiaramente ridotti grazie all’esperienza acquisita dagli ingegneri di EOLIOS in numerosi progetti. È importante realizzare questo tipo di studio con un team qualificato.

Quanto costa una simulazione CFD?

Ok, è vero che la CFD non è lo strumento di ingegneria più economico (rispetto a un’applicazione CAD standard o a un foglio di calcolo) a causa della sua complessità e dei suoi requisiti (esperienza, licenze, risorse di calcolo).

D’altra parte, i risultati che questo tipo di studi offre e il loro contributo ad un processo di progettazione o problem solving non possono essere paragonati a quelli ottenuti con strumenti più semplici.

La riduzione dei tempi di progettazione, i risparmi sulla prototipazione e il miglioramento del processo o del prodotto sono di solito superiori al costo della simulazione CFD.

Offriamo protocolli di missione adattati a qualsiasi budget.

Se dopo aver letto questo articolo ritenete che il vostro progetto possa beneficiare degli strumenti CFD, contattateci e vi forniremo un protocollo di studio chiaro e dettagliato.

Esempi di applicazioni di simulazione CFD

Rottura del serbatoio: effetto onda

Ingegneria della sicurezza antincendio

Simulazione di incendio nei centri dati

Dimensionamento dei camini industriali

Centrale solaire

Studio dei venti estremi – Impianto solare

Photo illustration de la qualité d'air dans les bâtiments
Modélisation des machines dans un laboratoire d'analyse

Studio sulla qualità dell’aria interna

Photo d'un entrepôt de stockage de produit pharmaceutique
Etude de l'araulique d'un entrepôt de stockage pharmaceutique

HVAC per edifici di grandi dimensioni

Photo d'un nageur sous l'eau dans un bassin de piscine
Modélisation thermographie numérique d'une piscine

Simulazione dell’aeraulica delle piscine

Test del fumo – estrazione del fumo

Photo de manipulation par un opérateur dans un laboratoire
Modélisation CFD de la pollution de l'air par des poudres de médicaments

Studio della polvere in camera bianca

Photo avec floue présentant le mouvement des personnes - mouvement d'une foule
Image présentant l'évacuation des personnes - simulation

Modellazione dinamica dell’evacuazione di persone

Simulation CFD permettant de visualiser le déplacement de l'air dans un laboratoire et d'étudier le confinement des sorbonnes

Qualificazione cappe chimiche da laboratorio

Pressione del vento sugli edifici

Modellazione del microclima degli impianti sportivi

Simulazione CFD esterna per Data center

Tutela delle opere d’arte

Esempio di progetti di simulazione CFD:

Confort au Vent – Centro di formazione PSG

Centri dati – DC15.1 e DC15.2 – Esterno

Sistema di trattamento dei fumi – CO2

Miglioramento del processo di trattamento dei COV

Dimensionamento di un camino industriale – Fornace

Migliorare il comfort termico – Acciaierie

Etude du confort thermique à La Défense - modélisation du vent

Studio del vento – La Défense

Comfort del vento – Balconi

Modélisation CFD du déplacement d'un métro dans un tunnel

Catturare le particelle fini in una stazione della metropolitana

Sharaan di Jean Nouvel resort

Modélisation CFD de guide flux en laboratoire

Camera bianca aeraulica

Ingegneria dell’estrazione dei fumi – Teatro

test

Ingegneria dell’estrazione dei fumi – Teatro

Ingegneria dell’estrazione dei fumi – Teatro

Raffreddatori ad aria – Studio critico – Ondata di calore